Preghiera del Giorno – Luce della Promessa

P

Preghiera di Ringraziamento per la Nascita di Giovanni

Preghiera del giorno 24 giugno 2024 ispirata al brano del Vangelo di Lc 1,57-66.80.

PREGHIERA

O Dio, nostro Creatore e Padre,
che hai visitato la tua serva Elisabetta
con la gioia di una nuova vita,
ti ringraziamo per il dono di Giovanni,
segno della tua fedeltà e misericordia.

Come il suo nome fu scelto da Te,
fa’ che anche noi possiamo riconoscere
la tua chiamata nella nostra vita,
abbandonando ogni dubbio e paura.

Riempici con il tuo Spirito Santo,
come riempisti Zaccaria,
affinché possiamo lodarti
con cuore gioioso e grato,
testimoniando le meraviglie del tuo amore.

Guida i nostri passi sulla via della pace,
e rendici messaggeri della tua salvezza,
preparando i cuori all’incontro con il tuo Figlio,
Gesù Cristo, nostra Luce e Speranza.

Amen.

Spiegazione

Il brano del Vangelo di Luca 1,57-66.80 narra la nascita di Giovanni Battista, figlio di Zaccaria ed Elisabetta. Elisabetta, nonostante fosse avanti negli anni e considerata sterile, dà alla luce Giovanni grazie alla grazia di Dio. Il nome “Giovanni”, scelto per volontà divina, significa “Dio è misericordioso”. Alla sua nascita, Zaccaria, inizialmente incredulo e reso muto per la sua mancanza di fede, riacquista la parola e, riempito dallo Spirito Santo, loda Dio.

La preghiera di ringraziamento riflette questi eventi. Si apre riconoscendo l’azione divina nella vita di Elisabetta e Zaccaria, ringraziando Dio per il dono di Giovanni. Si prega per la capacità di riconoscere e accettare la chiamata divina nelle proprie vite, come fece Elisabetta. La menzione dello Spirito Santo che riempie Zaccaria è una richiesta affinché tutti possano lodare Dio con gioia e gratitudine.

Infine, la preghiera chiede la guida di Dio per diventare messaggeri della Sua salvezza, preparandosi e preparando gli altri all’incontro con Gesù Cristo, riprendendo il ruolo di Giovanni Battista come precursore del Messia.

Di PC

  • Categorie

  • Tags

Cerca la Preghiera

La preghiera è necessaria per salvarsi; a maggior ragione lo è per raggiungere la perfezione. E' il primo mezzo, efficacissimo ed accessibile a tutti. Ci ottiene la grazia di Dio e ci dispone ad accoglierla. Alimenta in noi una mentalità di fede e ci aiuta a discernere la volontà di Dio.