Laudato si, Dio Creatore e Padre

L

Laudato si, Signore mio,

perché ci ha creato e redento,

Tu Padre di immensa tenerezza e bontà.

 

Laudato si, Signore mio,

per il dono del creato

che hai affidato alla nostra custodia

e messo nelle nostre mani,

non sempre attente ed oculate

nel conservare i beni

che ci hai lasciato

a nostra gioia e felicità.

 

Laudato si, Signore mio

per ogni uomo e donna

di questa martoriata terra,

afflitta da tanti mali incurabili

del corpo e dello spirito.

 

Fa che nessuno di questi nostri fratelli

possa assaporare la freddezza

del nostro cuore e l’indifferenza

della nostra mente,

presa da tanti personali problemi,

incapace di leggere il dolore

e la sofferenza sul volto

di chi non conta in questo mondo.

 

Laudato si, Signore mio,

per tutte le croci che ci doni ogni giorno

e ci inviti a portare con dignità

senza scaricarle sulle spalle degli altri,

ma felici di salire con te sul calvario

e donare la nostra vita,

come vittime espiatrici

per la conversione e la santificazione

del genere umano.

 

Laudato si, Signore mio

per le tante umiliazioni

che ci hai fatto sperimentare

attraverso quanti non sanno

e non vogliono amare sinceramente gli altri

e si fanno giudici severi del prossimo

e molto tolleranti con se stessi.

 

Laudato si, Signore mio

per ogni cosa e per tutto quello

che guardiamo con i nostri occhi,

gustiamo con il nostro palato,

tocchiamo con le nostre mani,

odoriamo con il nostro naso,

ascoltiamo con le nostre orecchie,

soprattutto se sei Tu Signore a parlare

direttamente al nostro cuore,

perché ci vuoi totalmente consacrati

al tuo amore e alla tua lode,

nella cristiana speranza di lodarti  

per sempre nella gioia del tuo Regno,

dove ci attendi per donarci

la pace e la felicità che non ha fine,

insieme a Maria, la Tua e la nostra Madre,

Regina del cielo e della terra. Amen.

 

 

 

padre Antonio Rungi

Di PC

  • Categorie

  • Tags

Cerca la Preghiera

La preghiera è necessaria per salvarsi; a maggior ragione lo è per raggiungere la perfezione. E' il primo mezzo, efficacissimo ed accessibile a tutti. Ci ottiene la grazia di Dio e ci dispone ad accoglierla. Alimenta in noi una mentalità di fede e ci aiuta a discernere la volontà di Dio.