A Gesù vero amico

A

Gesù, tu sei il solo e vero amico.

Tu prendi parte alle mie pene, te le addossi, possiedi il segreto di volgermele in bene.

Tu mi ascolti con bontà, quando ti racconto le mie afflizioni e non manchi mai di addolcirle.

Ti trovo sempre in ogni luogo.

Tu non ti allontani mai e, se io sono costretto a cambiare dimora, continuo a trovarti dove vado.

Tu non ti annoi mai di ascoltarmi; non ti stanchi mai di farmi del bene.

Io sono sicuro di essere amato, se ti amo.

Non sai che fartene dei miei beni e certo non diventi più povero nel parteciparmi i tuoi.

Per quanto miserabile io sia, nessun spirito più nobile, più grande, anche più santo mi toglierà mai la tua amicizia; la morte, che ci strappa a tutti gli altri amici, mi riunirà a te.

Tutte le disgrazie dell’età o della fortuna non possono staccarti da me; anzi, io non godrò mai più pienamente di te, tu non sarai mai più vicino di quando tutto mi sarà contrario.

Tu sopporti i miei difetti con una pazienza ammirevole; le mie stese infedeltà, le mie ingratitudini non ti feriscono al punto che tu non sia sempre pronto a ricominciare, se io voglio.

O Gesù, concedimi di volerlo, affinché io sia tuo, adesso e sempre.

S. Claudio de la Colombière

Di PC

  • Categorie

  • Tags

Cerca la Preghiera

La preghiera è necessaria per salvarsi; a maggior ragione lo è per raggiungere la perfezione. E' il primo mezzo, efficacissimo ed accessibile a tutti. Ci ottiene la grazia di Dio e ci dispone ad accoglierla. Alimenta in noi una mentalità di fede e ci aiuta a discernere la volontà di Dio.